alluce valgo infiammato: cos’è e come curarlo

L’alluce valgo è la deformazione del primo dito del piede verso l’interno, determinando uno spostamento dell’articolazione del metatarso all’esterno fino a formare un dosso distale che nell’accezione popolare è anche detta “cipolla”.

I primi sintomi dell’insorgenza dell’alluce valgo sono l’arrossamento, il gonfiore e l’infiammazione della falange del piede.

Maggiori informazioni relative a tale patologia e alle sue cure le puoi trovare sul sito allucevalgo.info

L’alluce valgo infiammato

L’infiammazione si manifesta in fase avanzata, mediante lo sfregamento del piede vicino alla calzatura, ma anche a riposo.

La flogosi è uno dei primi sintomi rivelatori di un processo propedeutico al valgismo dell’alluce.

L’infiammazione è accompagnata da rossore e gonfiore per il versamento di liquido sinoviale all’interno della capsula dell’articolazione metatarsale.

Il gonfiore è accompagnato da Idrarto (se il versamento è liquido) o da Emartro (fuoriuscita ematica con ematoma).

Perché si infiamma l’alluce?

Le motivazioni sono numerose, le calzature hanno una forte responsabilità nella insorgenza di una infiammazione all’alluce: i tacchi alti, le scarpe scomode sulla punta, possono deformare l’asse articolare delle dita.

Le ragioni possono essere anche genetiche: si può ereditare dai genitori la patologia.

I traumi ai piedi e le micro fratture da stress: se mal curati provocano degenerazioni successive come il valgismo dell’alluce.

Chi soffre di artrite reumatoide, o di eccessiva concentrazione di acido urico nel sangue ha maggiori possibilità di avere un alluce valgo.

L’uricemia o gotta causa dolore con intorpidimento della falange, l’acido la fa gonfiare e infiammare, limitando la circolazione del liquido sinoviale nelle articolazioni dell’alluce.

I disturbi dell’alluce valgo infiammato e perché bisogna curarla

L’alluce è sensibile e gonfio anche a riposo, l’epidermide è arrossata, si evidenziano dei calli intorno al dito del piede, causati dal valgismo e dall’attrito tra le dita e la scarpa.

Un alluce valgo infiammato, oltre che una esperienza dolorosa può creare problemi nella qualità della vita di relazione:

– difficoltà nella deambulazione, non potendo trovare scarpe adatte;

– la postura ne risente, compromettendo la funzionalità lombare, l’asse della linea dorsale e dell’allineamento delle ginocchia, fino a interessare l’articolazione della mascella.

Trattamento dell’alluce valgo infiammato

L’alluce valgo infiammato non va ancora operato.

I rimedi efficaci sono di tipo conservativo, che tendono a evitare conseguenze più gravi e a ritardarne la degenerazione, creando sollievo all’alluce anche se temporaneamente.

Questo approccio è utile per l’infiammazioni del piede in uno stadio non ancora troppo avanzato, nel secondo caso è consigliato un intervento chirurgico definitivo.

L’alluce valgo infiammato va trattato con tutori e solette

I tutori e le solette hanno con una efficacia certificata nel caso dell’infiammazione dell’alluce, la flogosi può ridursi notevolmente, migliora la funzionalità della falange e del piede.

Sono realizzati in silicone e su misura, sono utili a ridurre la curva dell’alluce, riportando la falange in asse, evitando tutti gli attriti e riducendo, sia l’infiammazione che il gonfiore.

I plantari, se realizzati su misura, possono ridurre la pressione della scarpa sulla zona infiammata decongestionando il piede e l’alluce.

Share: