LA NASA “PERDE” IL FILMATO DELLO SBARCO SULLA LUNA!!!

La notizia della curiosa perdita da parte della NASA del nastro originale della prima passeggiata dell’uomo sulla Luna, ha riportato d’attualità la questione sulla veridicità dei viaggi lunari stessi.

Da una parte sembra impossibile pensare che gli americani siano riusciti a mettere in atto una presa in giro di tale portata, ai danni del mondo intero, …

… ma dall’altra le prove contro l’effettiva realizzazione dei viaggi non fanno che aumentare e rinforzarsi con il passare del tempo.

Le prime a non reggere allo scrutinio dei professionisti del settore sono state le fotografie lunari, che mostrano gli evidenti segni delle pesanti manipolazioni che dovettero subire, per sembrare vere, in un’epoca in cui il ritocco digitale era un sogno ancora ben lontano dal formarsi.

Ma anche i diversi filmati delle sei missioni Apollo – da qualche anno disponibili a tutti, e da tutti liberamente scaricabili in Internet – denunciano incongruenze e “stranezze” che non si riescono a spiegare nelle presunte condizioni lunari (gravità ridotta di circa un sesto, assenza di atmosfera, ecc.), mentre appaiono perfettamete plausibili, se solo si ipotizza che siano stati invece girati sulla terra.

Il caso più comune è quello di astronauti che saltellano leggeri sulla superficie lunare, per diventare inspiegabilmente pesanti come macigni, non appena cadano al suolo.

Mentre questo è del tutto incomprensibile nella ridotta gravità lunare (completo di tuta e respiratore, l’astronauta non dovrebbe pesare più di 20 Kg. in tutto), la cosa diventa perfettamente plausibile sulla terra, dove gli astronauti si muoverebbero sospesi ai classici “fili invisibili” di Hollywood, che però smettono immediatamente di funzionare non appena la persona si trovi in posizione orizzontale.

Quello che presentiamo è un breve collage di scene, tratte da una nutrita serie di materiali simili, che stiamo analizzando e preparando nella speranza di mettere insieme un quadro sufficientemente ampio da poterne determinare una volta per tutte l’autenticità.

É vero che, se non fossimo mai andati sulla Luna, “non è comunque morto nessuno”, ma è anche vero che nel frattempo milioni di miliardi di dollari sono stati ingurgitati e fatti sparire con la scusa di un progetto di cartapesta.

E qualche onesto cittadino potrebbe anche sentirsi in diritto di voler sapere dove siano finiti tutti quei soldi, che bene o male alla fine erano pure i suoi.

Foto contraffatte delle Missioni Apollo

Tutte le foto pubblicate in questa pagina sono state scaricate dal sito ufficiale della N.A.S.A. http://www.nasa.gov/ e dovrebbero testimoniare l’allunaggio, gli esperimenti e le passeggiate sul suolo lunare degli astronauti delle missioni Apollo.

Strani riflessi nella visiera

NASA2.4 apollo 11

Missione Apollo 11.
La foto  è probabilmente una delle immagini più famose dell’intero programma Apollo: la foto di ‘Buzz’ Aldrin, scattata da Neil Armstrong.

Osservate attentamente la sua visiera, potete discernere l’immagine di Neil Armstrong, e giusto alla sua sinistra sembra esserci un oggetto fortemente illuminato sospeso in cielo: cos’è?

Qualcuno afferma che si tratti della bandiera statunitense, ma appare troppo lontano dal Modulo ed anche troppo grande. Infine c’è l’ombra del modulo di allunaggio che arriva fino all’orizzonte visibile.

 

Differenza di ombre

armstrongaldrin

Missione Apollo 11.
La foto qui sopra mostra gli astronauti Armstrong e Aldrin sul suolo lunare mentre sistemano la bandiera degli Stati Uniti.

Notate come l’ombra di uno, nonostante si trovino a pochissima distanza tra loro, è doppia rispetto a quella dell’altro!

 

Ombre inspiegabili

 

apollo12bis

Missione Apollo 12.

Notate come anche in questo caso, le ombre dell’astronauta e soprattutto quella del Modulo di allunaggio, arrivano fino all’orizzonte visibile.

 

Contrasti di luce e ombra (1)

NASA2.8

NASA2.7

A sinistra un’altra immagine famosa: Aldrin che scende la scaletta del Modulo Lunare.

L’ombra del Modulo sul terreno indica che questo lato del LEM non è illuminato direttamente. Alcune aree del foglio dorato non riflettono alcuna luce, eppure la tuta EVA (Attività Extra-Veicolare) di Aldrin è ben illuminata, senza alcuna ombra evidente, in netto contrasto con le altre fotografie.

A destra Aldrin sta preparando un esperimento per la rilevazione del vento solare, notate il contrasto tra luce ed ombra.

 

Contrasti di luce e ombra (2)

apollo15

Missione Apollo 15.
Dall’ombra dell’astronauta, della bandiera e della Rover, si evince che il Sole è sulla sinistra (alla loro destra).

Notate nel cerchio in giallo come la bandiera stampata sul Modulo sia perfettamente visibile nonostante si trovi nell’ombra.

L’atmosfera lunare essendo praticamente nulla non dovrebbe dare origine ad effetti di diffusione luminosa, o no?

 

Che fine ha fatto l’ombra della bandiera?

NASA2.9

bandiera2

Missione Apollo 11.
La luce solare proietta ombre perpendicolari all’obiettivo fotografico mentre è completamente assente l’ombra della bandiera statunitense. Dov’è finita?

 

Inquadratura storta ma orizzonte dritto!

crecette

L’astronauta sta scendendo dalla scaletta del Modulo lunare.

All’interno dei cerchi in giallo si vedono le classiche crocette dell’obiettivo. Esse sono storte però!

Probabilmente l’astronauta ha inclinato la macchina da ripresa per scattare la foto, ma questo non spiega come mai l’orizzonte visibile è perfettamente “orizzontale”?

 

Atterraggio morbidissimo!

lem

Il Modulo di allunaggio si è posato dolcemente senza provocare nessun cratere.

Non è un po’ strano se consideriamo che la superficie della Luna è soffice e polverosa?

 

Piedi del Modulo di allunaggio privi di polvere

NASApiede

NASApiede2

Missione Apollo 11.
Nella foto a sinistra si vede chiaramente che il piede del Modulo sembra poggiare su una superficie dura, visto che non è affondato, e non presenta neppure alcuna traccia di polvere: come mai l’allunaggio è stato così morbido e pulito?

 

Modulo di allunaggio privo di polvere

modulo4

modulo5

Missione Apollo 11.
Nella foto a sinistra si vede chiaramente lo scarico del Modulo dopo l’atterraggio.

A destra un particolare ingrandito mostra come tale allunaggio non ha alzato neppure un granello di sabbia.

Le parti color oro infatti sono intonse.

 

Illuminazione ambientale anomala

NASA2.13

NASAombra

La foto a sinistra mette in evidenza una illuminazione delimitata esclusivamente all’area intorno al Modulo lunare, mentre nella foto a destra l’illuminazione è molto più intensa e l’ombra del Modulo sembra arrivare fino all’orizzonte visibile. A cosa sono dovute queste discrepanze?

 

Sfondi lunari uguali (1)

sfondolunare1

sfondolunare2

Se dalla foto di sinistra togliamo il Modulo di allunaggio e la bandiera, essa è perfettamente sovrapponibile all’immagine di destra. Come mai lo sfondo è identico?

 

Sfondi lunari uguali (2)

sfondolunare3

sfondolunare4

Medesimo discorso per queste due foto!

 

Distaccamento del Modulo

modulodistaccato

Missione Apollo 11.
La foto qui sopra rappresenta, o dovrebbe rappresentare, il distacco finale del Modulo lunare.

Chi può avere scattato la foto e soprattutto come mai è così nitida e perfetta?

 

Manipolazioni fotografiche

nasa15

nasa15invertita

Missione Apollo 11

A sinistra il Modulo dopo l’allunaggio. Il sole è chiaramente visibile dalla parte opposta del Modulo, per cui non si capisce come la scritta: “UNITED STATES”, che si trova sul lato in ombra del modulo, è perfettamente leggibile!

A destra invece la stessa immagine è stata convertita in b/n aumentando la luminosità.

Notare come lo sfondo presenta cancellature e/o ritocchi fotografici che non lasciano spazio a dubbi.

 

Separazione del Modulo dal “Columbia”

nasa16

Missione Apollo 11.
Separazione del Modulo di Allunaggio dal Modulo di Comando (CSM).

La qualità della foto nonché l’illuminazione sono straordinariamente perfette.

 

Modulo lunare visto dal “Columbia”

nasa17

Missione Apollo 11.
Modulo Lunare fotografato dal “Columbia” dopo il distacco.

Stesse considerazioni della foto precedente.

Share: